Pescheria Cesenatico

con il patrocinio del comune di Cesenatico

Pescheria Cesenatico

La Pescheria Comunale ha compiuto cent’anni, un anniversario che è
anche una buona occasione per conoscere meglio una persona alla
quale Cesenatico deve molto: si tratta dell’ingegnere Amilcare Zavatti (Cesena
1869 - 1939), che progettò gran parte delle opere pubbliche eseguite
nei primi due decenni del Novecento a Cesenatico, ancora oggi visibili.
Amilcare Zavatti fu un ingegnere di vasta cultura umanistica (era amico
tra l’altro del grande studioso Augusto Campana) che non separava mai gli
aspetti tecnici della progettazione dai valori estetici e soprattutto da una conoscenza
dei dati storici: grazie anche a questo, i suoi lavori si sono inseriti
perfettamente e anzi hanno dato nuovo ‘decoro’ e bellezza a Cesenatico.
Il primo incarico in questo luogo lo svolge da libero professionista, progettando
nel 1896 la trasformazione del vecchio ponte ‘a schiena d’asino’
in quello che sarà poi immortalato da tutte le cartoline e foto d’epoca, prima
della sua distruzione e ricostruzione in seguito agli eventi bellici.
Nel 1908 Zavatti assume invece l’incarico di ingegnere capo del
Comune e inizia un grande lavoro di progettazione, nel quale il giovane
e brillante professionista mette in luce le sue competenze e il
suo impegno alle prese con le varie necessità sociali e
urbanistiche di un paese che all’inizio del secolo stava già
vivendo un rapido sviluppo anche a causa delle nuove attività
balneari. Il suo primo lavoro è il completamento della
strada di circonvallazione dal cosiddetto ‘Ponte del Gatto’
sino alla stazione, cioè l’attuale via Cecchini, mentre nel
1914 si dedica alla sistemazione del viale Carducci, con
il rifacimento del fondo che viene pavimentato a ghiaia.
Il neo ingegnere capo deve anche occuparsi con urgenza
delle infrastrutture per migliorare le condizioni
igienico-sanitarie, seguendo le indicazioni già prospettate
nelle relazioni sanitarie. Nella piazzetta Fiorentini, ad
esempio, si vendeva ancora il pesce all’aperto, e proprio
in quel luogo su progetto di Zavatti viene realizzata nel
1911 la nuova Pescheria; nel 1912 disegna il Padiglione
d’Isolamento per malattie contagiose nei pressi dell’imboccatura
del bacino di ripulsa; e nello stesso anno, si dedica
al progetto del ‘Lavatoio pubblico con stazione di disinfezione
e bagni’, attualmente in restauro; nel 1914 è la volta
invece del nuovo macello pubblico.
Zavatti però non dimentica le esigenze più varie e minute
della comunità, progettando dai ‘sedili in cemento armato’
(cioè la panchine) per la zona balneare, alle due scuole
elementari di Sala e Cannucceto. Nel 1917 Zavatti
deve trasferirsi a Cesena, ma continua a lavorare per Cesenatico
completando la sistemazione di via Saffi e del
vicolo Cappuccini, entrambe ampliate; ancora nel 1919
progetta alcune nuove strade, tra cui l’odierna via Magrini,
e la pavimentazione del ‘ponte di piazza’. Ma il lavoro più
importante è senz’altro quello del 1920, quando disegna
ben undici edifici di case popolari compresi tra le attuali
vie Oriani, Bixio e Renato Serra.
I rapporti con Cesenatico sembrano poi interrompersi,
forse a causa delle divergenze tra Zavatti, da sempre legato
alle istanze sociali e al mondo della cooperazione, e il nuovo corso politico.
L’ultimo suo lavoro cesenaticense Zavatti lo svolge per un privato,
tra il 1936 e il 1938, progettando il restauro della ‘Torre Malatestiana’ per conto
della fondazione Almerici che ne era la proprietaria.
Se si volesse tentare un paragone azzardato, si potrebbe
sostenere che anche Amilcare Zavatti, come Steve Jobs,
credeva che la tecnologia (ai suoi tempi rappresentata
soprattutto dalle opere di ingegneria) dovesse essere
strettamente intrecciata con la cultura e la vita concreta
dei cittadini. Il centro storico di Cesenatico, e alcune delle
opere pubbliche di Zavatti che ancora rimangono, lo
dimostrano, e rendono un omaggio postumo alla figura
di quest’uomo per troppo tempo dimenticato.

Info turistiche

Notizie Cesenatico
Sondaggiosondaggio

Perchè venire in vacanza a Cesenatico?

Per la sistemazione alberghiera

Per i servizi in spiaggia

Per il divertimento notturno

Per la bellezza del porto e delle altre attrazioni

Perchè è ideale per i bambini

Newsletternewsletter
newsletter


Link Utili
Cesenatico365
Cesenatico 365: il Magazine

Cesenatico 365 è il progetto per raccontare una località di vaca...

Cesenatico365 Iphone App
Cesenatico 365 App

In un mercato sempre più dinamico e veloce in cui sempre più persone utilizzano il...